Commentaria

11/07/2018

Auto elettriche, auto ibride

La Stampa Motori – l’Ue spinge per la diffusione. Ma per i costruttori “sono ancora macchine per ricchi”

Ho una vecchia vettura a benzina, un antiquariato affettivo,  e desideravo farle aggiungere un motore elettrico. Il posto c’è e pensavo che il problema ulteriore fosse avere solo il denaro, cosa questa oggi difficile.  Ho scoperto invece un altro ostacolo normativo che al momento appare insuperabile. La legge in vigore non permetterebbe di trasformare un’auto  in ibrido, ma permette di trasformarla in un’auto a sola trazione elettrica. Con una trazione solamente elettrica, il costo di installazione potrebbe dare un risultato praticamente non così conveniente, poca autonomia e difficoltà di ricarica, che in questo caso non sarebbe  più possibile fare attraverso l’uso del proprio stesso motore a scoppio. Chiedo quindi che qualcuno si faccia carico di far modificare la legge onde permettere tale, allora si, praticabile la trasformazione in ibrido con il vantaggio di poter  utilizzare la vettura nei lunghi percorsi con il motore originale e di poter utilizzare la medesima vettura  in città con il motore elettrico riducendo così non solo i costi di esercizio ma soprattutto l’inquinamento. Ciò creerebbe anche nuovo lavoro. Penso che questa ipotesi di soluzione non dovrebbe portare pregiudizio nella vendita del nuovo in quanto interesserebbe fasce di consumatori che nella maggior parte dei casi non sarebbe in condizioni di acquistare una nuova auto. Mi farebbe piacere avere dei pareri su questa proposta ed idea
Grazie.

Annunci

30/06/2018

OCCASIONE TEMPORALE-VERIFICA di una DATAZIONE e lo scenario presente della STORIA dell’EURO LEADERS la più GRANDE POLEMICA e non SOLO.

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 9:48 AM

REALMENGYNIUS

Da tempo abbiamo esposto il Grande Quadrante del Mosaico i cui puzzle o il filo della trama o le tessere compongono il disegno della Sequenza delle molte Sestine. E come ciascuna contenga sistematicamente una precisa sequenza  quale Enumerazione progressiva. Tale Enumerazione mi è stata fondamentale perchè così debitamente calcolata è coincida dagli Anni Sessanta in poi, per bene datare del mio tempo, dal mio secolo tutti gli altri exploits o Scenari mondiali che emersero allora, bene proprio partendo dal Medio Oriente teatro di conflitti (da SUEZ -1956/67..+ 49/50 anni al Giubileo !) l’Egitto e poi la Cecoslovacchia, Ungheria,alla Francia,all’Italia,all’Ellade-Grecia,al Papato, alla Germania etc. Ovvero gli Scenari fondamentali che sono ormai fatti storici incontrovertibili vaticinati da Nostradamus…meticolosamente sviscerati ed esposti nell’ENIGMA RISOLTO (1988).

Ora c’è un elemento attuale del Grande Quadrante che del Tempo che ci induce a prospettare un più vasto coinvolgimento di nazioni Latine (Mediterranee e Orientali) che…

View original post 1.024 altre parole

17/06/2018

La Chiesa in Ginocchio a chi si genufletterà ?.QUO VADIS PETRUS ?

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 7:23 PM

REALMENGYNIUS

Nella storia certi eventi sono designati ? E l’interrogativo che pesante come il piombo posto sui Piatti della Bilancia ovvero del Giudizio (Jus Juris)non potrà che indicare l’inclinazione reale della Sorte e dei Destini del Mondo. Qui da tempo c’è una scottante sestina che bussa alla Porta, all’Uscio o al confine di Casa ?

Soffia un vento oltre le Alpi che richiama la sentenza di quel rigo che prosegue a indicare entro un specifico termine-Limite EN TEL REVOL/ LUTERO(T)TERMINE, cosa muterà drasticamente nel papato come per Luther King crimine?.

L’apertura del Papa ai Protestanti sino ad andare a GENAU a genuflettersi al Grande Convivio di tutte le OLOCLEROS, le Chiese. Impone grandi interrogatici- Qui così ikanos(in greco)idoneo sia a bene ricordare come questo Anno Cane(il 2018) sia soggetto all’Omen Nomen del Cave Canem e sia della Canissa = la Chiesa(in arabo)e la Canossa storica di un…

View original post 800 altre parole

07/06/2018

L’IMMAGO MUNDI sulle rive dell’Italia che si desta ?

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 12:57 PM

REALMENGYNIUS

Viviamo nell’Era dell’Immago Mundi tanto manifesta sebbene alcuni oltreoceano sono fissati se credono ancora che terra sia quadrata. Ci sono persone che nonostante le prove su prove celesti dell’esistenza di altri mondi e pianeti tondi e sferici, Marte Venere, Mercurio etc…ci fanno compagnia da miliardi di anni. Meglio dire da Eoni perchè l’età stessa dell’universo nostrano dicono che si aggiri attorno ai quattro miliardi di anni, dall’origine e formattazione e formazione del nostro rotondo pianeta.  Così pure lo descrivono i Maya-Quiché nel loro libro sacro, il Popul Vuh e tanti altre tredici cieli…dimostrando di avere una grande passione per l’astronomia e calcoli delle orbite di Venere e relazioni con gli anni solari della nostra Terra. Nessuno mette in discussione tali conoscenze remote prima delle nostre teorie copernicane. Eppure cialtroni misticheggianti hanno la loro corte di credenti e quanto peggio anche in campo religioso ,l’oltreoceano è stato ed è purtroppo…

View original post 978 altre parole

04/06/2018

PERCHÈ LA GUERRA NEL DONBAS NON È UNA COSA DI SINISTRA (e neanche di destra)

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 12:48 AM

Berliner

La guerra nel Donbas non esiste. È forse il conflitto più ignorato di sempre, nonostante si svolga sotto il naso dell’Europa e dell’Occidente.

Ma per alcuni rappresenta una lotta molto importante, quasi paragonabile ad uno scontro tra Bene e Male. Per queste persone – militanti, volontari, estremisti di vario colore politico – il conflitto nella regione orientale dell’Ucraina, che vede contrapposti i separatisti filo-russi e l’esercito nazionale, è una battaglia ideologica.

Nell’economia del conflitto, anche le ideologie hanno un mercato. Nello scontro tra DNR/LNR e Ucraina non conta più chi riesce a vincere ma chi riesce a convincere. Anche perchè l’obiettivo reale della guerra è ben distante dal separatismo, ed è probabile che la situazione sul terreno rimarrà una ferita aperta da cui tutti sapranno succhiare a proprio vantaggio, come in una nuova Transnistria.

Nel 2014 i separatisti dell’est ucraino si sono chiesti quale bandiera…

View original post 1.356 altre parole

Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.