Commentaria

23/05/2014

TERZA GUERRA MONDIALE di Yuri Felshtinsky

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 1:54 AM

Nazi_RUSSIAE’ ora di aprire gli occhi e chiamare le cose con il loro vero nome. Abbiamo esitato a chiamare Putin Hitler. Non perché è nato e vissuto in un paese diverso, che è stato ora alleato con, ora in guerra con la Germania.Abbiamo creduto che Putin fosse stato un po’ meno di Hitler, perché fino a marzo 2014, è stato importante per lui di rimanere un membro della comunità europea: nonostante i bombardamenti degli appartamenti di Mosca del settembre 1999, nonostante la nuova guerra in Cecenia,nonostante la soppressione della libertà dei propri cittadini,nonostante l’uccisione di Litvinenko nel centro della capitale dell’impero britannico, e la guerra contro la minuscola Georgia nel 2008.

Nel marzo 2014,Putin ha attraversato il Rubicone. Si è attraversato fuori della comunità europea e mondiale; ha dimostrato che gli interessi finanziari e corporativi della Russia sono stati ritirati in secondo piano e vengono sostituiti dall’interesse nazionale, o più precisamente,nazionalista e da interessi geopolitici, in conformità con come Putin vede il futuro della Russia. E vede questo paese in un solo modo: come un nuovo impero nascente dalle sue rovine. E l’uomo che èquello di portare la rinascita di questo impero non è altro che lui stesso, Vladimir Putin.

Putin è un uomo irresponsabile e ignorante con idee molto primitive. Ha una scarsa conoscenza della storia, e non è un caso che il cancelliere tedesco Angela Merkel (che conosce bene la propria storia) ha detto che ilpresidente della Russia vive in un altro mondo. Lei non voleva direche Putin è impazzito. Quello che voleva dire era che Putin opera con concetti che sono da tempo diventati obsoleti concetti del XIX edella prima metà del XX secolo, quando tutti pensavano in termini di territori che vengono occupati e di nazioni che si unificano.

La Russia ha già intrapreso una guerra in Crimea nel 1853-1856, e la Russia ha perso quella guerra. Oggi, Putin parla al mondo da una posizione di potere,come fece Hitler nel suo tempo. Ma anche Hitler è stato sostenuto da un’alleanza con l’Italia e il Giappone, e dall’ agosto 1939 da un patto con Stalin in più-eppure ha perso. La Russia con l’azione di Crimea si è trovata in isolamento assoluto. Non è stato supportata da un solo paese (a parte un paio di nazioni africane). Anche la Cina si è limitata a una neutralità educata.

Il parallelo tra il marzo 1938, quando Hitler prima ha avuto l’Austria e poi , nel settembre dello stesso anno , i Sudeti , e Putin , che occupa la Crimea nel marzo 2014 , è così evidente che il confronto tra Putin e Hitler continua a saltar fuori nelle colonne dei giornali e si sente da tutte le parti da politici e attivisti sociali . Ma la questione non è se Putin è Hitler e se lui sta seguendo le orme di Hitler (lui è davvero Hitler , e lui sta infatti seguendo le sue orme ). La domanda è : che cosa dobbiamo fare tutti , e ci dobbiamo aspettare, sapendo come sappiamo la storia dell’hitlerismo ? Se Hitler si fosse fermato a marzo o settembre 1938 , o addirittura marzo 1939 , dopo l’occupazione della Cecoslovacchia , sarebbe entrato nella storia tedesca come una figura politica eccezionale e sarebbe rimasto nella memoria del popolo tedesco come il Führer che aveva uniti i tedeschi etnici entro i confini di un nuovo impero tedesco . Ma lui non si è fermato, perché i tedeschi dovevano essere “salvati ” e ” uniti” in tutta Europa . Il 1 ° settembre 1939, attaccò la Polonia , non rendendosi conto che stava iniziando una guerra che sarebbe entrata nella storia come la Seconda Guerra Mondiale , sinceramente non volendo e non avendo intenzione di scatenare una grande guerra .

Putin, inoltre, non si fermerà. Proprio come Hitler, Putin non può fermarsi. Perchè i russi vengono “oppressi” non solo in Ucraina. La Crimea non può diventare la fine delle ambizioni nazionaliste e imperialiste del presidente russo a vita. “Il presidente a vita”, perché, secondo la nuova Costituzione russa, Putin ha il diritto di rimanere presidente fino al 2018, fino alla prossima elezione presidenziale, e quindi di essere rieletto per altri sei anni, fino al 2024 (entro la fine di questo periodo, egli sarà vecchio come Stalin lo fu quando morì).

Vedendo il parallelo inevitabile, conoscendo la storia della Seconda Guerra Mondiale, guardando indietro al 1938, con il senno di poi, che potrebbero e dovrebbero i paesi democratici occidentali fare, e che hanno fatto? Iniziare una guerra con Hitler nel 1938? Formare accordi internazionali anti-tedeschi globali e isolare la Germania,colpendola con tutte le sanzioni possibili e immaginabili? Aspettarefuori, non fare nulla, con la speranza che tutto sarebbe passato? L’Europa ha scelto questo ultimo corso di azione: aspettare fuori e non fare nulla. Un anno e mezzo più tardi, dopo aver lasciato purtroppo i resti della Cecoslovacchia, ancora si trovò coinvolta in  una guerra iniziata da Hitler, che non ha nemmeno dato all’Europa la possibilità di arrendersi. La ha lasciata con solo due opzioni:morire o per vincere. Sappiamo che ha vinto questa guerra e come è finita per Hitler, la Germania, e le persone-con la sconfitta, un paese devastato, e il processo di Norimberga.

Penso che ilprocesso di Norimberga di Putin si terrà a Sebastopoli . Tutti gli imputati , ad eccezione di quelli che si saranno suicidati , vivranno per vedere il giorno in cui saranno condannati . Voglio che questi futuri imputati (almeno alcuni di essi) ascoltino i loro nomi ora .Essi sono : il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov , che è oggi il Ribbentrop di Putin , condannato a morte per impiccagione a Norimberga ; Il Ministro della Difesa Sergey Shoygu della Russia;Vyacheslav Surkov , l’autore politico e ideologico del progetto di prendere in consegna l’Ucraina ; Nikolai Patrushev , ex capo del FSB, attualmente segretario del Consiglio di Sicurezza , responsabile delle operazioni che prevedono l’uso della forza e delle operazioni di contro-insurrezione nella guerra con l’Ucraina ; Dmitry Rogozin il fascista russo ; l’oscurantista – nazionalista Alexander Prokhanov ;Konstantin Ernst , lo strangolatore della libertà nella televisione russa; così come coloro che hanno il dovere di rimanere dietro le quinte : I KGB / FSB I Generali Sergey Ivanov, Viktor Ivanov e IgorSechin . A questi nomi vanno aggiunti tutti i membri del parlamento russo e il Consiglio della Federazione , che inizialmente sanzionarono l’invio di truppe russe in Ucraina , e poi l’annessione della Crimea .

Noi ricorderemo ,anche il silenzio di Anatoly Chubais , lo schiavo obbediente mai in disaccordo con i suoi padroni ; e la dichiarazione semiassolutoria da faccia di bronzo di Alexander Voloshin , uno dei creatori della”verticale del potere” di Putin ; e il sempre manovriero Vladimir Pozner , diffuso sui canali occidentali,esattamente allo stesso modo come nei primi anni 1980 , quando l’esercito sovietico entrò in Afghanistan , e ha spiegato nel suo inglese perfetto- senza arrossire nemmeno un po ‘ , che si trattava di un “limitato contingente “e di una” missione di liberazione “. “Noi ricorderemo tutti, ma questo sarà un po’più tardi , quando vinceremo .

Nel marzo 2014, il mondo democratico ha affrontato la stessa scelta : iniziare una guerra con Putin nel 2014 ? Formare accordi internazionali anti-russi globali e isolare la Russia , imponendo su di essa tutte le sanzioni possibili e immaginabili ? Aspettare fuori , non fare nulla, con la speranza che tutto sarebbe passato ? Purtroppo , non tutto passerà. Faccio una previsione basata sulla storia della Germania :. Settembre 2015 Questa data sarà l’inizio della Terza Guerra Mondiale.

Noi vinceremo questa guerra , perché la Russia non è in grado di scatenare una guerra contro tutta l’umanità . L’esito di questa guerra sarà il crollo della Federazione Russa , rispetto alla quale la disintegrazione dell’Unione Sovietica nel 1991 sarà simile a una prova modesta prima di una première . Sono ben lontano dal pensare che la Russia oggi possa trovare la forza interna per fermare la catastrofe in arrivo .Ma mi piacerebbe che i cittadini della Russia avessero il tempo di leggere queste parole : Putin è un aggressore e istigatore della guerra . State per essere attratti in un massacro fratricida in tutto il mondo . State diventando le vittime ( e complici ) di criminali di stato che sono venuti fuori dalle profondità del KGB e hanno assunto il governo del vostro paese . Questa guerra non porta alcun vantaggio per voi ; essa porta solo vergogna , devastazione e morte . Gli ucraini hanno dimostrato sul Maidan che sono pronti a morire per la loro libertà . Siete pronti VOI a morire per le ambizioni imperiali di Putin ? Questo è ciò che tutti voi attende nel prossimo futuro . Perché in tutta la storia , il mondo democratico non ha mai perso una battaglia . In ogni battaglia , è venuto fuori da vincitore . SE VOLETE VIVERE – SBARAZZATEVI DI PUTIN !

Yuri Felshtinsky

Co autore di”Blowing up Russia” e “Putin The Corporation”

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: