Commentaria

27/02/2015

La guerra ibrida del Cremlino

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 8:06 PM

Il blog

PUTIN-GIUSEPPE PERRI-

La Russia di Putin ha recentemente inventato un nuovo tipo di guerra moderna, la “guerra ibrida”. Lo ha dovuto fare anche per motivi oggettivi poiché uno dei capisaldi delle relazioni internazionali degli ultimi settant’anni (ribadito dal trattato di Helsinki) è l’intangibilità delle frontiere. La politica energetica russa e la ricostituzione della potenza e del prestigio dello Stato russo portano invece a una sovversione dell’ordine nello spazio post-sovietico: è già avvenuto in Moldova con la Transnistria e in Georgia con l’Abkhazia e l’Ossezia del sud; sta accedendo in Ucraina, con la Crimea e il Donbas, potrebbe avvenire tra poco nei Paesi baltici. Questa guerra “ibrida” è tale per i mezzi usati (uso di soldati russi senza mostrine ovvero i cosiddetti “omini verdi”, presenza di truppe irregolari di “separatisti”, distribuzione di passaporti russi tra la popolazione civile, ecc.) e soprattutto nei tempi: per far digerire alla comunità internazionale una modificazione…

View original post 515 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: