Commentaria

01/08/2015

Fabbricare la storia

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 10:40 AM

Bugie dalle gambe lunghe

Nel conflitto arabo-israeliano, la tattica di negare un passato ebraico ai siti e luoghi santi in Terra d’Israele è relativamente recente  ma sempre più di frequente utilizzata.

Il Monte del Tempio di Gerusalemme, dove il primo e il secondo Tempio rimasero per circa ottocento anni , ospita ora la Cupola della Roccia, la Moschea al-Aqsa, e la moschea sotterranea delle Scuderie di Salomone. Sia nel 1925 che nel 1950, il Supremo Consiglio musulmano della Palestina  riconobbe inequivocabilmente la connessione ebraica al Haram al-Sharif (il Nobile Santuario, cioè, il Monte del Tempio), descrivendolo come un luogo sacro per gli ebrei nella sua pubblicazione “A Brief Guide to al-Haram al-Sharif”:

La sua identità con il sito del Tempio di Salomone è fuori discussione. E’ il posto, secondo la fede universale, nel quale “Davide eresse un altare al Signore”.

A metà degli anni 1950, questa ammissione fu cancellata, e nel 2001, il religioso musulmano capo…

View original post 4.662 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: