Commentaria

12/10/2015

I riflessi ucraini nella retorica russa in Siria

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 2:56 PM

Est Europa - News

C’è voluta solo una seduta di 15 minuti della camera alta del Parlamento russo per rientrare nei ranghi e approvare l’azione militare russa in Siria, proprio come si era fatto un anno prima per l’Ucraina. La Chiesa ortodossa russa, aggiungendo una benedizione spirituale alla nuova avventura militare di Putin, è stata altrettanto rapida a dichiarare “santa” la lotta del presidente contro il “terrorismo” in Siria.
Prima che iniziassero i bombardamenti, un’indagine aveva dimostrato che il 70 per cento dei russi s’opponeva ad un coinvolgimento militare diretto russo in Siria. Da allora Putin, per contribuire a rendere più stuzzicante al popolo il suo appetito per la guerra, ha fatto affidamento su una santa trinità: parlamento, Chiesa e media; ma la Siria non è l’Ucraina, e, parlare di nazisti e proteggere il “mondo russo” per giustificare l’azione militare in Siria, diventa meno plausibile. Anche se l’opposizione è scarsa, la retorica di Putin…

View original post 630 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: