Commentaria

07/11/2015

L’Ucraina rifugge dal visto UE

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 1:38 PM

Articles by Gabrielis Bedris

Giovedì, il parlamento ucraino, facendo fallire la probabilità d’esenzione dal visto per la maggior parte dei paesi dell’UE, ha bloccato una legge che avrebbe vietato sul posto di lavoro la discriminazione contro gli omosessuali.
La leadership pro-UE, che ha sostituito l’anno scorso il presidente appoggiato da Mosca e che aveva reso una priorità l’aderire alla zona Schengen – il gruppo di paesi dell’Unione europea che permette il libero movimento senza visti e passaporto per circa 400 milioni di cittadini all’interno dei suoi confini – ha respinto il progetto di legge. Nel 2010 l’EU aveva già chiarito agli ucraini, che se avessero voluto il permesso di viaggiare liberamente entro i suoi confini, avrebbero dovuto aggiungere al codice del lavoro di epoca sovietica ucraino una clausola, con la quale si sarebbero dovute eliminare tutte le forme di discriminazione nei confronti delle persone omosessuali.
L’omosessualità, durante il periodo sovietico era un reato che…

View original post 519 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: