Commentaria

17/11/2015

Gli ucraini muoiono, e l’Europa se ne fotte

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 5:42 PM

Articles by Gabrielis Bedris

Ventisette soldati ucraini sono stati uccisi dai terroristi durante il cessate il fuoco dichiarato dal presidente ucraino Petro Poroshenko, più di una settimana fa’ (conclusosi il 30 giugno); a Putin e al suo ministro degli esteri, Sergey Lavrov, il cessate il fuoco era talmente piaciuto che volevano continuasse. Cosa c’è che non va dal punto di vista contorto del Cremlino? I terroristi hanno continuato a sparare mentre i soldati ucraini continuavano ad essere sacrificati sull’altare delle diplo-chiacchiere.
L’acquiescenza di Putin a uccidere ucraini ha un senso, dopo tutto, li ha demonizzati definendoli parassiti e fascisti, e i parassiti come i fascisti devono, come sa ogni buon russo, essere sterminati, anche se la complicità europea nelle uccisioni ha meno senso. L’Europa dovrebbe essere una comunità di valori, impegnata nella promozione della democrazia e dei diritti umani, e non impegnata in guerre, combattimenti e uccisioni.

Forse i valori europei si fermano ai…

View original post 332 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: