Commentaria

21/11/2015

Divagando con il fuoco nel Donbass

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 11:07 AM

Articles by Gabrielis Bedris

La maggior parte dei carri armati sono stati apparentemente ritirati dalla zona cuscinetto in Ucraina orientale, ma non l’artiglieria pesante, si lamenta l’OSCE. La tregua è ancora su un terreno molto infido.
L’Ucraina orientale è tutt’altro che Kiev: qui, quasi nessuno ha assistito alle dispute che gli osservatori dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione (OSCE) hanno visto nella combattuta regione, lungo il confine con la Russia.
Quasi ogni settimana, i negoziatori di Kiev, Mosca e delle fortezze dei separatisti di Donetsk e Lugansk discutono le modalità d’attuazione del cessate il fuoco di Minsk. Sulla carta sembra realizzabile, ma in pratica, quando gli osservatori dell’OSCE arrivano in Ucraina orientale, come hanno fatto questa settimana nel territorio di Lugansk, si trovano ad affrontare i non cooperativi despoti locali.
– I rappresentanti della cosiddetta Repubblica Popolare di Lugansk (LPR) ci hanno chiesto di ritirare i nostri due osservatori – riferisce il vice…

View original post 498 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: