Commentaria

09/02/2016

La diplomazia ucraina ha cambiato la psicologia del paese

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 7:45 AM

Articles by Gabrielis Bedris

L’Ucraina, per adempiere a ciò che vengono definiti gli accordi di Minsk, è stata sottoposta ad una serie incredibile di pressioni. Gli occidentali sembrano dimenticare che in Ucraina, gli impegni presi nell’ambito dell’armistizio, non sono solo legati a cambiamenti costituzionali e legislativi, ma soprattutto subordinati al ritiro delle truppe straniere dai territori occupati, almeno dalle linee di demarcazione.
Putin, in aggiunta ai vantaggi che può aver avuto dagli accordi di Minsk, ha ottenuto una vittoria psicologica ben più importante: la popolazione ucraina non fa più una chiara distinzione tra il Cremlino e il popolo russo.
Questa mentalità, che ha fatto nascere la percezione che non esistano russi buoni, riflette una sconfitta della società civile ucraina e ammette psicologicamente la vittoria del putinismo.
Il putinismo in Russia è l’imperialismo nella sua versione specifica – la Crimea è nostra – che ha infettato gran parte della società portandola ad avere ostilità verso…

View original post 547 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: