Commentaria

29/03/2016

I rischi politici e il nuovo gasdotto russo in Europa

Filed under: riflessioni — Paolo Porsia @ 7:30 AM

Articles by Gabrielis Bedris

La scorsa settimana è stato reso noto che otto leader europei – in rappresentanza di Polonia, Ungheria, Lituania, Lettonia, Estonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania – hanno inviato una lettera di protesta al presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, nella quale esprimono opposizione al previsto gasdotto russo Nord Stream 2. La lettera, datata 7 marzo, ha avvertito che Nord Stream 2 avrebbe “conseguenze geopolitiche potenzialmente destabilizzanti”, e che potrebbe minare la sicurezza energetica dell’Europa centrale e orientale e ledere l’Ucraina.
Il 21 marzo 2016, i potenziali azionisti del consorzio Nord Stream 2 (Gazprom al 50%; E.ON 10%; BASF / Wintershall 10%; Royal Dutch Shell 10%; OMV 10% e Engie 10%) hanno confutato la lettera. La risposta, che può essere trovata sul sito web del consorzio, sostiene che Nord Stream 2 è in linea con gli obiettivi climatici dell’Unione, che migliorerà la sicurezza energetica a lungo termine in Europa e che…

View original post 1.539 altre parole

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: